Come ripartire in salute dopo le vacanze

come ripartire in salute dopo vacanze

Come ripartire in salute dopo le vacanze

Finalmente siamo tornati ad avere un’estate, dopo due anni di pandemia, libera senza limitazione obbligatorie che sicuramente hanno aumentato il nostro livello di stress e creato un po’ di demotivazione nei nostri animi. Ripartire in salute dopo vacanze e ferie, contrassegnate da svago, attività all’aperto e leggerezza, non è semplice ma faticoso perché passiamo da un periodo di relax a un altro più stressante e che può portare malesseri psicologici. È importante, quindi, adottare degli atteggiamenti corretti per alimentare l’equilibrio psicologico. In tal senso l’Ordine degli Psicologi della Toscana ha segnalato dei consigli per star meglio. Vediamoli insieme.

La prima cosa da fare è riprendere dimestichezza con le attività quotidiane lavorative e scolastiche in modo graduale, dormendo molto proprio per cercare di non alterare troppo il ritmo del sonno che in vacanza era di sicuro maggiore rispetto al ritorno alla routine a cui siamo per forza di cose preda di orari definiti.Poi è importante trovare un momento per le proprie passioni in modo da distrarre la mente da tutto ciò che è lavoro o scuola e portare avanti rapporti sociali con amici e magari nuove conoscenze in modo da non chiudersi nel proprio mondo fatto di pensieri e problemi ma vivere leggeri e spensierati. Lo sport è molto importante per combattere lo stress e per migliorare il riposo e il benessere psicofisico. Avere degli obiettivi definiti e precisi da raggiungere che, però, devono essere reali e non eccessivi perché, altrimenti potrebbero risultare difficili da portare avanti e ben ripartiti nel tempo, in modo da mantenere viva l’attenzione e l’interesse e allontanare le ansie che sempre ci creano confusione e rallentano i nostri ritmi di vita troppo frenetici.

Il presidente dell’Ordine degli Psicologi della Toscana, Maria Antonietta Gulino dichiara che “L’estate 2022 ci ha permesso di riappropriarci del senso di libertà di movimento, di progettazione, di attività relazionali compromesse a causa dell’emergenza Covid. Ci ha consentito di scaricare le nostre tensioni e fatiche accumulate negli ultimi due anni anche per le restrizioni e i sacrifici, personali e familiari, legati alla pandemia. Si può presumere che quest’anno ripartiremo con un po’ più di energia nella ripresa delle nostre quotidiane attività. Il sonno, l’organizzazione, le relazioni sociali, gli hobbies sono tutti aspetti che contribuiscono al nostro benessere psicologico e ci aiutano a vivere la quotidianità con positività, riducendo la tensione che si accumula nel tempo”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *